Che gli Hunger Games abbiano inizio!

Iniziamo questo post all'insegna di uno che potrebbe diventare il più bel libro che abbia mai letto (insieme a Queste Oscure Materie) con il ringraziare Alic, di Alic is here! per avermi fatto conoscere il libro: Hunger Games. La verità è che sentivo l'influenza di questa nuova fantastica scrittrice scorrere già in ogni dove si parlasse di libri, ma non lo volevo comprare, invece l'ho fatto e non sapete nemmeno quanto ne sono felice! Hunger Games non è un libro qualunque, non è nemmeno quel finto libro "meraviglioso" che piace a tutte le ragazzine cotte dei vampiri e dei licantropi, è un fantasy sconvolgente, bello, che c'insegna quanto la natura possa essere cattiva se sotto l'influenza dell'uomo, che parla di un amore difficile e di politica. Come ho detto sopra ho paura che possa essere all'altezza di Queste Oscure Materie, letto da me circa 2 anni e mezzo fa. Per questi 2 anni ho cercato senza risultati un libro che mi desse le stesse emozioni di quel genio di Philip Pullman e ora mi si presenta un genio al femminile chiamato Suzanne Collins. Andando avanti con la saga vedremo se lei si confermerà, adesso posso parlarvi del primo fantastico libro.

La trama:
"Quando Katniss urla "mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!" sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. E' il giorno dell'estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell'Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l'audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo 2 volte in 73 edizioni, e sa di avere poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c'è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c'è spazio per l'amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende uomo. Che la fortuna sia sempre con te.


Un libro con la voce

Quarta di copertina:
VINCERE SIGNIFICA FAMA E RICCHEZZA.
PERDERE SIGNIFICA MORTE CERTA.
MA PER VINCERE BISOGNA SCEGLIERE.
TRA SOPRAVVIVENZA E AMORE.
EGOISMO E AMICIZIA.
QUANTO SEI DISPOSTO A PERDERE?

CHE GLI HUNGER GAMES ABBIANO INIZIO.

"E' un romanzo che dà assuefazione" Stephen King

"Un'ambientazione cruda e terribilmente plausibile, una protagonista straordinaria per un libro assolutamente indimenticabile" Licia Troisi

Di questo libro dico solo che è un libro che possiede la voce. La voce che, nei momenti più disparati della tua vita, quando sei chissà dove e con chi, ti richiama alle origini. Ti chiama in un sussurro di vento e tu lo senti. Senti il cuore che batte più forte e sicuro lo trovi in uno dei tanti scatoloni abbandonati e impolverati e lo rileggi. Lui ti darà le stesse emozioni di sempre, forse qualcuna in più.
5 stelle!

"Un arco teso, una freccia scoccata. Totalmente differente nelle conseguenze. Ho ucciso un ragazzo di cui non so nemmeno il nome. Da qualche parte la sua famiglia lo sta piangendo. I suoi amici esigono il mio sangue. Forse aveva un'innamorata davvero convinta che sarebbe tornato..."

7 commenti:

  1. Omg, lei ha convinto te e tu a mia volta hai convinto me! Voglio leggere questa saga, subito *-*
    PS: ebbene si, per la quarta volta ti ho premiata sul blog XD

    RispondiElimina
  2. Fantastico, non te ne pentirai! **
    Grazie!! ^^

    RispondiElimina
  3. mi piace molto la trama di questo libro, e mi sa che lo comprerò per leggerlo, il tuo entusiasmo è contagioso!
    grazie per essere tra i blog che leggi.. passa pure quando vuoi a trovarmi! :-)

    RispondiElimina
  4. Stavo per venire giusto adesso da te! :)

    RispondiElimina
  5. Quando hai un attimo di tempo libero ti invito ad andare a dare un'occhiatina al mio blog P for Power. Ci trovaerai un bel premio ad aspettarti...
    Buon giornovederci.
    Pauley :3

    RispondiElimina
  6. @Pauley, ok, non sapevo avessi un altro blog, scusa! Arrivo subito ^^ grazie :)

    @anche a te Giancarlo :)

    RispondiElimina

Amo i commenti perché mi fanno sentire ascoltata e mi aiutano a continuare questa mia piccola impresa ;)