Switched-Il segreto del regno perduto.

Ehm ehm, da tempo ho ormai finito di leggere Switched, il segreto del regno perduto, ma un po' per Pasqua, un po' per altro non ho fatto una delle mie "recensioni".
Ok, iniziamo dal titolo: "Il segreto del regno perduto" non esiste alcun regno perduto, sarebbe stato più opportuno, se proprio volevano cambiare il titolo, "Il segreto del regno nascosto". Mah ç_ç.
Andando avanti, la trama:

Wendy Everly ha diciassette anni, capelli sempre arruffati (e sembra un dato superfluo, ma non lo è) e un carattere insolitamente difficile. Vive con il fratello e la zia in una piccola, noiosa cittadina di provincia. La madre è ricoverata in una clinica psichiatrica, da quando ha tentato di uccidere la figlia il giorno del suo sesto compleanno. E' stato allora che Wendy ha sentito pronunciare per la prima volta un'accusa terribile: di avere in qualche modo preso, alla nascita, il posto del suo vero figlio.
Adesso le giornate di Wendy trascorrono pigre, tra un liceo dove non s'impara nulla di davvero eccitante e una vita sociale e familiare prevedibile e monotona, quando va bene.
Condizionare le azioni altrui con la forza del pensiero potrebbe essere un modo per scaricare la noia (-.-"), ed è proprio quel che le capita e che non sa spiegare. Uno strano potere che viene da lontano ma di cui lei non può ricordare l'origine.
A offrirle una conturbante risposta sarà Finn, un affascinante ragazzo da poco in città che si manifesta una notte alla finestra della sua stanza. E' infatti lui che le rivelerà la sua vera identità di changeling e le dischiuderà le porte di un mondo attraente e sconosciuto, duro e sconvolgente, dove la magia è di casa.
Un mondo percorso da insidie cui Wendy scopre dolorosamente di appartenere, e dove le è riservato un destino più grande di quanto lei possa immaginare.

Sembra più un secondo libro che una trama... ah, forse sarò io, ma la punteggiatura non mi faceva capire niente in questa parte, se anche per voi è così, non preoccupatevi: nel libro è perfetta.



Quarta di copertina:
"I suoi romanzi pieni di troll, goblin e favole, che inchiodano il lettore alla pagina, hanno generato nel mercato editoriale quel tipo di eccitazione che non vedevano dalle serie di Stephenie Meyer e J.K. Rowling".
THE NEW YORK TIMES (no comment.)

"Forse non conoscete ancora il suo nome, ma Amanda Hocking è la stella nascente dell'editoria digitale"
USA TODAY

"Wendy è un'antieroina piena di difetti, il che la differenzia dall'ampia schiera di protagoniste del paranormal-romance, e possiede un tale potenziale espressivo, drammatico e romantico che renderà i lettori ansiosi di conoscere il prossimo capitolo della trilogia Trylle"
BOOKLIST

Secondo me, non hanno davvero letto i libri...

Adesso il parere personale, sarò breve: Fantastico! A parte qualche errore di battitura orrendo tipo: "lennesim a volta", il libro è splendido e ben strutturato, magari all'inizio troppo frettoloso, ma poi si rilassa e merita 5 stelle!

Consigliatoooooooooooooooooo!

Commenti

  1. Sembra proprio un libro interessante per come lo hai presentato!! Un ottimo consiglio, grazie! :)
    A presto

    RispondiElimina
  2. Ma di niente :) Grazie a te per essere passata =D

    RispondiElimina
  3. Mi piacerebbe leggerlo...sembra interessante! =D complimenti x la recensione Anto =D

    RispondiElimina
  4. Oddio, detesto le mie recensioni! Comunque questo libro secondo me vale la pena leggerlo =D

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

We accept the love we think we deserve

Il mio libro non uscirà

Mani fredde, cuore caldo