Una diversa.. prospettiva

Ohohoh, lo so, lo so, scrivo troppo, ma non posso farne a meno! E' più forte di me =D
Oggi provo un modo nuovo di raccontare (visto che non so stare zitta), proverò a parlarvi di questa mattinata tornando indietro nel tempo e facendo finta che il presente siano i due chilometri scuola-casa... dissoluzione...

Lo scalpiccio delle all star mi piace, anche il vento, i capelli mi vanno indietro e non li devo scostare dalla faccia. Il sole mi picchia sulla testa, quanto amo la sensazione di calore che mi dà. Gli occhi mi si spostano sorridenti, la bocca è incurvata e regala felicità ai passanti, ai piccioni e alle lucertole. Guardo di fronte: vuoto. Sono le 12:15, per arrivare a casa ancora ce ne vuole e non voglio incrementare il passo, sto troppo bene, non ho nemmeno fame.
Che bel momento: io sola con il mondo, senza macchine o passanti, solo io e la natura. Io e i miei pensieri.  Stamattina abbiamo ripassato inglese, io e lui, ah, no c'erano altre persone, si è seduto sulla mia sedia, ma era mattina ed ero assonnata così ho avuto la sfacciataggine di sedermi sulle sue gambe, lui che mi cullava parlando e mi teneva in un posto sicuro come adesso fa quella foglia con quel bruco. Se solo la foglia sapesse che il bruco non è innocuo.



Che buon profumo aveva, pareva camomilla, delicato e dolce... ancora lo sento quel profumo, lo sento su di me. Come ad educazione fisica, si è fatto male, si poteva sentire la pelle squarciarsi sul terreno, il lato sinistro del suo corpo era pieno di bruciature, si è seduto lì, vicino a me, perché educazione fisica oggi l'avevo evitata. Detesto provare pena per qualcuno così cercavo di dirottare il discorso e ci riuscivo, dopo dieci minuti parlavamo e il dolore era solo un fatto secondario. Non scorgeva il mio nervosismo mentre rigiravo il suo orologio tra le mani, con le dita affusolate che lo soppesavano. Quasi cado a terra! Un gatto mi passa davanti: è grigio scuro e ha gli occhi azzurri,è giovane e bello. Mi sfilo la tracolla e la poggio per terra, poche persone si aggirano, penseranno che sono una pazza svitata, ma non è un problema, allungo una mano verso il gatto e lui si avvicina nella maniera di felini: cauto e sempre pronto all'attacco. Resto ferma. Si struscia contro la mia mano e fa le fusa. Alla fine abbiamo parlato io e lui, mi ha fatto vedere la foto della nuova moto sul cellulare e ha continuato a blaterare. Diceva cose inutili, ma io lo lasciavo fare, tanto dirgli di stare zitto non avrebbe avuto senso. Alla fine gli ho chiesto se le bruciature gli facevano ancora male, mi ha detto di si. Ma ha continuato imperterrito a parlare. 
In fondo non è il dolore che può fermare due persone, non è la lontananza, non è nemmeno un'altra persona, sono loro stessi e i loro pensieri. 
Chiudo gli occhi, percepisco: erba tagliata, fiori di vario tipo, un po' di gas di scarico e... Camomilla

Commenti

  1. Nuova follower, bel blog complimenti!
    Ti va di passare da me? Il mio blog è http://blogdelloscrittore.blogspot.com/
    Ti aspetto! ;)

    RispondiElimina
  2. Eccomi qui :) il tuo blog nn è da meno, complimenti :)

    RispondiElimina
  3. Una lettura dolce, leggera e scorrevole!
    Molto, molto bella!
    Sei bravissima!
    Ciao @nto:)
    un bacione
    Luci@

    RispondiElimina
  4. °w° Che pucciosi... Ehm, scusa ogni tanto la lettrice di Shadowhunters che è in me prende il sopravvento ;)
    Carino il nuovo modo di raccontare, ti fa sentire partecipe. Complimentoni!! :D
    E... cercherò di essere più presente, così anche se scrivi un mucchio di post riuscirà a leggerli tutti. :D

    RispondiElimina
  5. Dolce l'odore della camomilla (che non ho mai percepito in nessun ragazzo)... e molto dolce anche il nuovo modo di raccontare! :) brava... ;)

    RispondiElimina
  6. @Yuyaa
    Oh, grazie, farò visita da te sicuramente ^^

    @Luna
    Grazie ^^

    RispondiElimina
  7. Grazie Luci@ sei sempre molto dolce e gentile =D

    @Alic
    ahah, mi stai facendo fissare con questo shadowhunters, mi sa che lo cerco su aNobii ;)

    @sally
    Grazie, nemmeno io l'avevo mai sentito, ma era meraviglioso **

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

We accept the love we think we deserve

Il mio libro non uscirà

Mani fredde, cuore caldo