Una fotografia, una bolla, una vita!

La sera sta arrivando, il sole sta scomparendo, chiudo gli occhi e mi faccio cullare dalla tranquillità di questo momento.
Oh, vorrei tanto che tutti i momenti della vita si potessero fotografare. Se potessimo rientrare in quelle fotografie e osservarci! Vedere se eravamo nel torto o nella ragione, se amavamo o odiavamo, senza cambiare niente solo capendo e imparando da questi momenti. 
Immaginate poi di poter rivedere quando volete persone che vi mancano, persone che amate, ma che non lo sanno, ammirarle e piangere e ridere davanti a loro e mostrarvi in tutta la vostra dolcezza e abbracciarle senza che protestino o che pensino chissà che! Il vostro cuore sarebbe più felice e voi sorridereste. Sareste semplicemente voi e la vostra vita.



Oh se si potesse, allora gli uomini sarebbero migliori, allora saremmo dei geni, ma troveremmo comunque il modo di rovinare qualcosa di speciale come questo. Perché gli uomini trovano sempre il modo di rovinare tutto: con una parola, con un gesto, con una risata! Siamo stati creati per rovinare il mondo, noi che sappiamo amare, che sappiamo inventare, pensare, scrivere, comporre, siamo i peggiori esseri esistenti. E questo lo odio, potremmo essere portatori di bellezze, di meraviglie, invece, pochi portano meraviglie, solo gli artisti ci riescono, gli altri portano sciagure. 
Comunque, tornando alle fotografie (provo a non divagare troppo), io credo che, in fondo, entrerei sempre nelle solite, sempre in quelle, perché per quanto qualcuno possa essere incredibile anche le persone che detestano la normalità e la quotidianità si affezionano a qualcosa che tengono sempre con loro. Io, tanto amante della vita diversa, mi creerei la mia vita diversa. Credo che le persone scelgano il proprio modo di esistere, si creino il loro angolino di mondo: 

Continuando a pensare come il resto del mondo
resterai in una bolla.
Rivoluzionando il tuo modo di pensare 
ti creerai una bolla tutta tua.  (io). 

Quindi, visto che tali fotografie incantate non esistono (ancora), potete costruirle. Come si fa? Rispondere a questa domanda come a tutte le altre è facile e difficile: siate artisti, abbiate la vostra arte, chi se ne importa se non piace a nessuno, piace a voi! Siate ciò che volete essere, ciò che siete; siete scrittori, pittori, musicisti e chi ne ha più ne metta! Vivete, non esistete :)  

Grazie a tutti coloro che mi leggono, voi alimentate il mio sogno! 

Commenti

  1. oh sarebbe bellissimo poter fotografare i momenti più belli e magici della nostra vita... a chi non piacerebbe?
    leggendo questo post mi è venuto alla mente una frase di Karol Wojtila:
    Prendete in mano la vostra vita
    e fatene un capolavoro!

    Peccato che non sempre sia possibile realizzare i propri sogni, al 100%.
    O meglio, è un vero peccato che non a tutti sia dato di farlo.

    a presto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già alcune volte i sogni non si possono realizzare, anche se io resto convinta che:
      Volere è potere =D

      Elimina
  2. ohhhh...*-* senza parole! Anche a me piacerebbe tantissimo fotografare i momenti più belli. CRedo piacerebbe a tutti XD

    RispondiElimina
  3. Questo post è bellissimo, è stato un piacere leggerlo e rileggerlo! MI piacerebbe davvero poter immortalare i momenti della vita e poterci rientrare all'occorrenza... purtroppo la prima cosa si può fare (grazie alle foto :)), ma la seconda no... Forse però questo ci aiuta a vivere in modo più intenso le nostre esperienze, perchè sono uniche e irripetibili e ahimè non tornano più.
    A presto,
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio perché non tornano più si deve sempre osservare molto bene ciò che ci accade, altrimenti ci perdiamo istruzioni utilissime!

      Elimina
  4. Un post incantevole.
    Mi piace circondarmi di foto che mi riportano a persone e momenti che amo.
    E credo che quella capacità di ogni tanto rovinare le cose, ci svela solo il nostro essere fragili e umani... e forse per questo degni di essere amati ancora di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fragilità umana è giusta, la cattiveria umana è un qualcosa di, purtroppo, orribile ed inevitabile :)

      Elimina
  5. Sei bravissima!!!
    Una bellissima lettura!
    ... scelgo un angolo tranquillo che nessuno può occupare e mi arricchisco di poesia.....
    Un bacio grande:)
    Ciao
    Luci@

    RispondiElimina
  6. Scrivi molto bene, bravissima! Grazie per il premio. ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

We accept the love we think we deserve

Mani fredde, cuore caldo

Il mio libro non uscirà