Metodo stronza: attenzione questo post ha un alta percentuale di spudoratezza, sono in una fase Luanna Perez u.u

"Quindi il tuo motto è: voglio fare la stronza?" mi chiede Kirk (dal bassista dei Metallica, componente preferito del mio amico che fuma con la cresta... ho cominciato a dare pseudonimi).
"Se per stronza s'intende: ragazza psicologicamente diversa, che non vuole fare da tappetino per un marito, ma desidera una fantomatica vita da single ed è forte sia mentalmente sia fisicamente, allora sì" ho detto io.
"Per capire 'sto discorso mi ci vuole una sigaretta" mi dice.
E io me ne vado perché i fumi tossici delle sue sigarette me li sniffo ogni mattina e pomeriggio e metà mattina e anche all'ora di pranzo e sono stanca di fumo passivo.
Da oggi è iniziata la tecnica stronza. Non so se l'abbiate mai sentita, io la conosco grazie ad un blog e grazie a Cosmopolitan.
"Quindi tu leggi riviste porno?" domanda Rosalie (l'amica perfettina, Rosalie si legge alla francese con l'accento sulla i) scandalizzata.
"Cosmopolitan non è porno!" esclamò io indignata.
"Ma ti prego, è tutto sesso"
"E' una rivista che affronta temi culturali e specifici, anche, congiunti con la sfera erotica barra sessuale di un individuo" dico stile sapientino.
E comunque, indignazioni a parte, su una parte di Cosmopolitan c'era un articolo in cui si diceva che una donna stronza serve un bel po' a questo mondo. Basta con 'ste qui che sono dei tappetini e che non hanno il minimo amore per sé stesse. Capisco che può essere una tentazione darla via, ma come dice Blanche Knott:Le donne si dividono in tre categorie:le puttane, le stronze e le rompiballe. La puttana la dà a tutti. La stronza la dà a tutti meno che a te. La rompiballe la dà a te, solo a te, sempre a te.
E scusate se intervengo, ma la stronza sembra senza dubbio la soluzione più divertente (senza la parte del darla a tutti e intensificando la parte meno che a te). 
E poi sono stanca di tutti questi maschi che si credono chissà chi. Sono una donna, sono fiera di esserlo, sono una convinta femminista, antirazzista, anti omofoba e stronza. Ci sta, ci sta proprio bene. 
Ma essere stronze, badate bene, non significa non volere bene alle persone che ti stanno accanto, alla fine io lo voglio essere per un solo motivo (oltre che ovviare al soprannome "donna con le palle" che suona molto peggio di stronza)... essere felice e fregarmene di chi mi fa soffrire. Seguire me stessa. 
Ne facciamo di promesse agli altri nella nostra vita, ma a noi cosa promettiamo veramente? Io prometto che cercherò la felicità in tutto quello che mi circonda. 
Ovviamente qualche piccola pausa depressiva ci dev'essere, altrimenti da dove prendo ispirazione per scrivere? ;)

Commenti

  1. Prometti di mantenere la promessa: sappi essere felice in ogni momento. Anche se da scrittore mi tocca pure concordare sulla necessaria dose di depressione-ispirazione... :)
    E abbasso i tappetini e gli zerbini: paesi come il nostro ne sono tappezzati per migliaia di chilometri quadrati!

    RispondiElimina
  2. Secondo me invece ce ne sono fin troppe di stronze, in giro!
    Forse sarebbe ora di ridurre la tiratura di Cosmopolitan :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm... dipende, bisognerebbe fare una distinzione tra stronze e stronze... XD

      Elimina
    2. Sì, ovvio :)
      Io penso che essere un po' stronzi non faccia mai male... diciamo che -male che va- ti riduci una possibile sofferenza, anche se l'amarezza resta uguale in ogni caso.

      Moz-

      Elimina
  3. "La puttana la dà a tutti. La stronza la dà a tutti meno che a te. La rompiballe la dà a te, solo a te, sempre a te." STO MORENDO. AIUTATEMI.
    "Donna con le palle"... Odio quest'espressione. È come dire che una donna per essere forte deve avere per forza caratteristiche maschili. È come dire "maschio=l'unico forte in questo mondo", è santificare la mascolinità.
    Io parlo un po' senza cognizione di causa, forse, perché credo che "l'uomo" e "la donna" siano figure socialmente costruite che non servono a un'emerita *beep*. E quindi non mi identifico né nell'una né nell'altra. Odio persino il fatto che i pronomi siano maschili o femminili, ma non neutri. Mi vorrei trasferire in Svezia anche solo perché lì c'è il neutro "hen". Svezia <3
    Ma oltre a i miei fangirleggiamenti sulla Svezia (<3<3<3), c'è da dire che essere femministe, cioè per la parità dei sessi, è un termine che mi si addice comunque ù_ù
    Armata femminista! Conquistiamo il mondo!
    ...Leggi Cosmopolitan? Pensavo fosse roba da casalinghe disperate, e invece guarda qui che la genia @nto mi sala fuori con queste letture ù_ù Rivaluterò le riviste, dai xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma solo Cosmopolitan, le altre sono davvero per casalinghe disperate ç__ç

      Elimina
  4. Sul fatto che dobbiamo essere donne e forti sono d'accordissimo Antò!!! Però penso che, se c'è qualcuno nella nostra vita, mica dobbiamo fare da zerbino! Io non permetto al mio ragazzo di trattarmi in quel modo, altrimenti...ne prende parecchie!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io lo penso e tu sei una donna forte impegnata, non c'è alcun limite per la "stronzaggine" u.u

      Elimina
  5. Mi piace" seguire me stessa" ed io aggiungo" e padrone della nostra vita".
    Un bacione alla mia poetessa:)
    Ciao Luci@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione alla grandissima fotografa Luci@ che vive in un posto sconosciuto dove il cielo è sempre bello e le rose fioriscono! :D

      Elimina
  6. Bel post, cara @nto.

    Che poi, se tu non fossi una convinta femminista, antirazzista, anti omofoba e anche un pò *stronza*... non saresti amica mia! :-D

    Brava tesoro: segui te stessa e non resterai mai smarrita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ammesso di essere "stronza"... e brava Scarlett XD (scherzo!)

      Elimina
  7. be! viva la completezza dei sensi.. molti preferirebbero non trascrivere cio' che sentono anche se non è usuale al proprio animo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non trascrivessi quello che sento, non avrei mai aperto un blog!

      Elimina
  8. Hai perfettamente ragione!
    Bisogna essere stronze qunado ci vuole!
    Fregarse, fregarsene, fregarsene ecco cosa bisogna fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembri alquanto motivata u_u

      Elimina
    2. Ahahaha! xD Il problema è quello... certo sono motivata, ma quando si passa ai fatti... meglio non parlarne T.T

      Elimina
  9. hai proprio ragione!!w le stronze!!

    RispondiElimina
  10. Ahahah io sono una bastarda ( che nel mio etimologico è anche peggio di stronza, quello lo siamo tutti) ma spesso e volentieri non riesco a controllare questa mia dote e finisco con il comportarmi peggio con quelli che amo e meglio con quelli di cui dovrei sbattermene.
    Se per te essere stronza è smettere di soffrire a causa di chi non ti merita , allora w la stronzzaggine !

    Per la differenza uomo-donna, io non la vedo , sorry boys :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io mi comporto così delle volte, è una specie di autodifesa penso..

      Elimina
  11. mi piace il tuo modo di pensare, sinceramente fatico a trovare persone così!
    credo che essere un pò stronzi a volte ci voglia! anzi sia estremamente necessario!

    un elfico e dolce saluto carissima =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps: ti volevo chiedere come hai fatto a mettere il gadget nel blog "elenco blog personale" ... sto fondendo il cervello ma non riesco a trovare come metterlo ghiaaaaaaaaaaa (urlo di pazzia)

      un elfico e dolce saluto =)

      Elimina
    2. Grazie *O*
      Comunque non sei capitata in buone mani, la verità è che ho solo salvato le immagini dei widget e li ho messi come normalissime immagini sulla pagina, infatti se tu ci clicchi sopra non vai ai rispettivi blog xD quindi non ti saprei dire.. :)

      Elimina
  12. Non commento per chi usa pseudonimi altrui e fa passare per una poco di buono chi non lo e'!

    RispondiElimina
  13. Per tua informazione la ragazza psicologicamente diversa e' invalida civile riconosciuta dallo stato ed e' una malata di mente...tu non conosci la sofferenza di tali persone..per cio' dici cazzate..io invece tale sofferenza la conosco molto ma molto bene..

    RispondiElimina
  14. Perche' invece di spudoratezza non preghi quotidianamente per te e per tutti....c'e' tanto bisogno di questo ora!

    RispondiElimina
  15. Forse non lo sai ma per poter usare il nome d'arte o lo pseudonimo devi pagare un ente che ti dia l'autorizzazione ad usare tale nome e' come il marchio di un'azienda che non puoi usare se tale marchio non e' depositato e soprattutto se e' il nome d'arte di un'artista e lei lo ha registrato perche' in tal caso puoi essere denunciato perche' ti spacci per una persona diversa da te!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

We accept the love we think we deserve

Mani fredde, cuore caldo

Il mio libro non uscirà