Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2013

Niente, sono felice che tu esista...

Immagine
Oggi è un sabato uggioso. E' un sabato odioso, perché me ne starò chiusa in casa.
Questo clima mi ricorda Londra.
Detesto la pioggia, mi fa diventare pessimista. Mi pare di essere Machiavelli. Se c'è qualcuno che odio è Machiavelli, ha anche inventato quella frase: "Il fine giustifica i mezzi". Che frase scema e che incredibile cliché sta diventando.
Ma oggi è una giornata particolarmente cupa verso le mie emozioni. Non che non abbia riso fino a scoppiare come ogni altro giorno... però ho indossato il mio maglione con i teschi e questo indica tenebre a non finire. Senza parlare della matita nera all'interno dell'occhio che preannuncia catastrofi.
Sto ascoltando una musica da adolescenti senza speranze. La musica che ascoltavo a 13-14 anni quando non avevo ancora incontrato il rock.
Non perché mi piaccia. Perché essendo questa una giornata ricca di tenebre lo è ancor dal punto di vista dei fantasmi.
Vedo fantasmi in ogni angolo. Vedo giornate passate che mi pu…

23 la giornata dei draghi!

Immagine
Lo sapete che oggi è la giornata del drago? E' San Giorgio e perciò hanno istituito questa giornata.
Mi sono sempre piaciuti i draghi e vorrei rendere loro omaggio anche in modo... alquanto modesto (che italiano forbito).
Per prima cosa e credo sarà quella che interesserà di meno se non siete lettori accaniti, vi propongo alcuni titoli di libri sui draghi, se li ho letti, vi dico anche il mio giudizio:

Eragon, Eldest, Brisingr, Inheritance di Christopher Paolini La ragazza drago di Licia Troisi (personalmente non l'ho apprezzato molto)L'ultimo drago di Jasper Fforde Temeraire di Novik Naomi Dragonlance di Margaret Weis e Tracy Hickman Firelight di Sophie Jordan (che vi consiglio perché mi è piaciuto davvero molto)  Bene dopo questa piccola parte vorrei scrivere qualcosa (tanto per cambiare), oggi poi sono felice perché... beh... leggete va e non ascoltatemi *occhiolino*

I will be - Christina Aguilera

Ero felice. Mi sentivo scorrere dentro il fuoco. Sentivo di essere important…

Perdonate gli errori, ma non ho riletto il post nella frettaaaaaaaaaaaaaaaa (mi stanno trasportando dalla torturaaaa della parrucchiera matta!)

Immagine
Stavo pensando che cambio opinione troppo spesso, ma d'altronde non faccio parte di un movimenti politico e non devo rimanere fedele sempre a quello (come se chi ne fa parte ne rimanesse davvero fedele :colpoditosse:.
Comunque ricordate Skeeter? Ebbene era solo un post fa e ormai mi sembra passata un'eternità. Ce ne sono ancora di persone che mi chiamano così, ma non penso che cambierò il mio nome, insomma da che sono su blogger io sono Anto (in caratteri bimbominkiosi e non) e non voglio cambiare. Poi mi fa piacere se qualcuno di voi volesse inventare un soprannome proprio che usa lui. Sono arrivata alla conclusione che non sono brava a scegliermi i soprannomi e che è molto meglio che ognuno mi chiami per come mi rispecchio ai suoi occhi... tutto qui.
E poi che dire, oggi l'ho visto. Potevo avvicinarmi e parlargli con ogni scusa possibile, tanto che in questi ultimi tempi ci siamo parlati ed era da tanto che non ci rivolgevamo la parola, ma non l'ho fatto, me ne sono …

Chiamatemi Skeeter (anche se significa zanzara)!

Immagine
Ah la domenica, quanto amo la domenica. Mi alzo tardi quando il sole entra dalla finestra e mi illumina il braccio e sento il distacco tra le coperte fresche e il tepore caldo dei suoi raggi. Ciabatto via per tutta la casa alla ricerca di una meta e arrivo in tinello, inforco gli occhiali e mi faccio un bel caffè. Un caffè forte, nero, ma dolcissimo. Mi siedo sul divano e leggo la Stampa che mio padre compra da un po' a questa parte. Guardo il libro che c'è da leggere e m'immergo. Libri e caffè, che accoppiata vincente.
La domenica è anche il giorno della cucina. L'unico giorno in cui riesco a convincere mia madre a cucinare qualcosa di stravagante. Oggi la torta alle carote. Scrivo e leggo per tutta la mattina e poi compiti, ma a quelli è meglio non pensare.
A quanto pare la primavera mi fa un bell'effetto perché sto cominciando ad amare le cose semplici della vita presente e a pensare in grande per la vita futura.
Mi piace la mia vita da ragazza libera e la vita c…

Premio Blogger Simpatico!

Immagine
Oggi ancora premi! Questa volta il premio:

Che mi ha regalato Sophie di Laumes' Journey! Il premio si divide in due parti:  1) Rispondere a una serie di domande 2) Nominare un numero di blogger a piacere e avvisarli Si può scegliere di dare uno di questi premi: 



Le domande sono:
Animale preferito: Io amo tutti gli animali, non ne ho uno preferito in particolare  Numero preferito: Suppongo il nove, mi è sempre piaciuto, ma non c'è un motivo in particolare Fiore preferito: Le rose, rose rosse, ma anche i papaveri e tutti i fiori rossi  La mia passione: Scrivere e leggere, nient'altro!  Il mio peggior difetto: Mi dicono presunzione xD Giorno preferito della settimana: Io amo la domenica, so che tutti la detestano, ma a me piace tanto! Un viaggio che vorrei fare: Il mondo! Non scherzo, ma limitandomi direi Cottingley, c'è una leggenda sulle fate che volteggia intorno a quel posto e mi piacerebbe davvero approfondirla! Tra mare e montagna preferisco: Città d'arte eheh U…

Risposte azzeccate... ma anche no!

Immagine
Vacanze e relax, queste sono parole d'ordine! Non si pensa alla matematica, non si pensa alla scuola, tranne i pochi compiti da fare e si esce.
Io sto dedicando il tempo più a leggere e scrivere che uscire, ma una buona dose di entrambi fa sempre bene!
Questo post lo faccio per rispondere alle domande di Sheryl e Ettelen per il premio che mi hanno dato, il Liebster Award.

A dire il vero ci sarebbe tanto da fare, 11 domande, 11 cose da dire su di me, 11 blog, ma sono fin troppo pigra e onestamente non credo ci sia qualcuno che non ha già ricevuto il Liebster xD

Ecco le 11 domande di Sheryl a cui rispondo:

1) Qual è o quali sono i libri che hanno lasciato qualcosa dentro il tuo cuore?
E' uno per adesso, o meglio una trilogia, la trilogia Queste Oscure Materie. Credetemi ogni volta che ci ripenso mi vengono le lacrime agli occhi, forse perché piansi per settimane dopo aver finito quel libro, era un amico, un amico vero e riposerà per sempre sul mio comodino. Quel libro è la vita …