You may say i'm a dreamer... but i'm not the only one

Imagine - John Lennon

Ogni notte è una magia. Ogni giorno è il ritorno alla realtà.
Vince chi non smette di essere incantato.
Le stelle brillano lassù, sembrano così irraggiungibili. Ma un'aquila riesce a volare talmente in alto che alle stelle ci arriva con le proprie ali.
C'è un essere qui intorno che trova tutto impossibile. Quasi come se esistesse davvero qualcosa che non si avvererà mai. Joan Jett ride da dietro la sua chitarra. Due gay si baciano in America.
Quel bambino piange. Piange perché non ha soldi per comprarsi un nuovo giocattolo. Senza giochi è impossibile divertirsi.
Uno scoiattolo gli ha insegnato come arrampicarsi sugli alberi e ora lui sta ridendo come gli altri.
Rido perché dicevano che fosse impossibile insegnare alle donne a leggere.
Gli alberi crescono con la pioggia e le nuvole passano mosse dal vento. C'è stato chi ha sacrificato la propria vita costruendosi delle ali di cera per arrivare al sole e ha dato la forza a chi poi si è librato insieme ai gabbiani.
Le note trascinano sulla via del possibile, del non arrendersi.
La notte calda mi fa sognare, sognare un mondo migliore e forse un mondo migliore ci sarà. Senza rabbia, senza crudeltà nei confronti degli altri. Il lago mi dà la calma giusta per ricominciare, per andare avanti senza voltarmi. I piedi miei pedalano dolcemente verso l'infinito.
Forse morirò lungo la strada, forse arriverò a fondermi con lui, chi lo sa. L'unico modo per scoprirlo è tentare con tutta me stessa e credere che sia possibile.
L'uomo ha bisogno di credere in qualcosa per andare avanti: nei propri sogni. Sono la cosa più reale che abbiamo.

There's a black rose whit a lot of thorns...

Linkin Park - Crawling 

C'è una rosa nera con tante spine e un cielo opaco senza fine. Le spine si tingono di rosso come il sangue che mi cola addosso.
Dolore ovunque e sofferenza, un mare intorno senza onde.
I corvi volano, ma non trovano prede, si librano in alto e poi tornano in basso, formano un cerchio intorno a me. Mi tasto la bocca, il sapore è del ferro. Le mie unghie sono insanguinate come i denti del lupo accanto a me.
Il respiro mi cade, soffocato dall'angoscia: davanti a me ci sono persone che camminano dritte. Le loro anime volano via, ma i corvi non li attaccano.
Vita, loro cercano vita. Negli occhi le persone non portano niente, continuano ad avanzare verso il plumbeo mare. Affogheranno, dannati.
Ai miei piedi una pozza vermiglia. Sono sola. Imploro aiuto, ma niente si muove, tutto è congelato.
Una macchina grigia mi passa a pochi centimetri e scompare nelle nuvole d'ardesia. La targa composta da numeri. Siamo tutti numeri. Il lupo lecca il mio sangue, non gli resta altro.
Verrò inghiottita anch'io dall'oceano. Apro la bocca e urlo, ma non esce alcun suono.

IL CAVALLO E' SULL'ALBERO!

Il cavallo è sull'albero!

Allora, l'altro giorno, non mi ricordo quale, ma era sicuramente un altro, mi ha contattata una ragazza chiedendomi di parlare del suo nuovo libro sul mio blog.
Allora, sapete che io qui non mi occupo molto di questo genere di cose, ma siccome è una ragazza italiana e non molto conosciuta, cosa che avviene di frequente in Italia, sono felice di darle il mio contributo per quanto ininfluente esso possa essere (nemmeno io sono molto conosciuta lol).


Il suo libro si chiama LA SABBIA DELLE STREGHE - YINGER E L'ANTICO TOMO
La autrice è TERESA DI GAETANO
Al momento è in formato Kindle, ma penso che uscirà anche il cartaceo e costa 1.90 €
Lunghezza 203 pagine ca
Trama:
Yinger è una maga dueng, un scuola di magia molto particolare. Non può svelare a nessuno il suo segreto, tranne alle persone con le sue stesse capacità. La pena se trasgredisce sarebbe la perdita dei suoi poteri. La rivelazione di chi lei sia realmente e delle regole a cui deve sottostare, le sarà fatta dalla nonna, in punto di morte. Ma questo non sarà l’unico segreto che le verrà svelato, infatti Yinger conoscerà qual è il suo destino: portare il leggendario Antico Tomo ad Akyab per salvare la città. Riuscirà la ragazza a portare a compimento la sua missione o il temibile Zhoseng glielo impedirà? Scopritelo in questo avvincente romanzo fantasy dal chiaro sapore genuino, dove magia, mistero e amore si intrecciano per dar vita ad un’avventura emozionante. Consigliato agli adolescenti e a quegli adulti che amano le storie fantasy per ragazzi.

Potete acquistarlo a questo indirizzo:
http://www.amazon.it/La-sabbia-delle-streghe-ebook/dp/B00DXN1PCI/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1373893210&sr=8-2&keywords=la+sabbia+delle+streghe

Spero che le darete una possibilità! Io leggerò il libro non appena uscirà in cartaceo!

Adesso vorrei rispondere alle domande di Sally del blog I pensieri di Sally che mi ha taggata nel premio Liebster award!

1) Puoi salvare solo tre capolavori mondiali della lettura di tutti i tempi. Chi scartare?
Premettendo che il termine "capolavoro" è assai soggettivo e che potrei dire qualcosa che per qualcuno è peggio di una bestemmia... scarterei sicuramente Il nome della Rosa di Umberto Eco. Scusate, ma trovo quel libro di una noia mortale fino alla trecentesima pagina o giù di lì. Ci sono liste interminabili di aggettivi e trovo che la cosa risulti come un ostentare le proprie doti in un modo vuoto e antipatico!

2) Un giorno un essere misterioso apparendoti ti svela che sei destinato a vivere innumerevoli volte la tua vita, così come tu stesso ora la stai vivendo. Cosa gli risponderesti?
Conoscendomi, gli tirerei il vaso dei gerani addosso, ma se devo proprio rispondergli, gli direi che a me andrà benissimo. Sto vivendo una vita che amo e che posso cambiare un secondo dopo l'altro. Che la vita non potrà mai essere una prigione, non per chi sa viverla.

3) La poesia più bella che tu abbia mai letto.
A nove anni mi sono ritrovata a leggere una poesia alla classe, mi ricordo come stavano tutti là immobili ad ascoltarmi estasiati. Nessuno capiva le parole, io sì, ero sempre l'unica a capire il senso delle poesie. Quella, però, mi piacque talmente che divenne la mia preferita ed è Meriggiare Pallido e Assorto di Eugenio Montale:

Meriggiare pallido e assorto
presso un rovente muro d'orto,
ascoltare tra i pruni e gli sterpi
schiocchi di merli, frusci di serpi.

Nelle crepe dei suolo o su la veccia
spiar le file di rosse formiche
ch'ora si rompono ed ora s'intrecciano
a sommo di minuscole biche.

Osservare tra frondi il palpitare
lontano di scaglie di mare
mentre si levano tremuli scricchi
di cicale dai calvi picchi.

E andando nel sole che abbaglia
sentire con triste meraviglia
com'è tutta la vita e il suo travaglio
in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia.


4) E la canzone che un giorno vorresti dedicare al tuo o alla tua amata. 
Per la bellezza della canzone gli dedicherei: You my everything - Ellie Goulding
Per un altro motivo che non vi dico, invece, gli dedicherei: Moody Blues - Nights in White Satin

5) La parola più bella?
Vita.

6) Il luogo che meriterebbe di essere visitato almeno una volta nella vita?
Direi tutto il mondo, ma sicuramente voglio andare a Rio de Janeiro, trovo che quella città sia incredibile sotto tantissimi punti di vista!

7) Il tuo prossimo obiettivo?
Scrivere meglio di ieri.

8) Passiamo a qualcos'altro, alcuni giorni fa ho letto un post interessante che mi ha parecchio fatta riflettere, perfino i commenti mi hanno portato ad una profonda e sana riflessione. Adesso, ti propongo QUI questo post. Qual è la tua posizione in merito?
La mia opinione sul tradimento è sempre la stessa. Ovviamente provo rispetto per quella donna, come per tutte le altre persone, ma su questo argomento sono inflessibile: chi ama non tradisce. E se ami una persona, non la metti in posizioni spiacevoli. Il tradimento è l'opposto del rispetto ed è qualcosa che non tollererò mai.

9) Credi che sia più interessante la vita che conduce un uomo o quella di una donna?
Sinceramente? Non vedo la differenza, so di essere donna, ma non per questo scelgo di avere una vita che secondo la nostra malata società deve avere una persona del mio sesso.

10) I programmi sul PC di cui non potresti fare a meno?
OpenOffice.org e... Safari LOL

11) Hai mai fatto acquisti online? Se sì, quali siti potresti consigliare ai tuoi lettori?
Se li ho mai fatti? Faccio praticamente solo acquisti online!
Allora, per i vestiti, quelli belli, uso EMP. Poi per cose senza senso o cover per il cellulare uso Miniinthebox (che è un sito fantastico! Andatelo a vedere!). Per altro, quello che per esempio non si trova in Italia uso Ebay e poi i vestiti normali li compro al centro commerciale!

Liebster Blog!

Ciao, ciao, ciao, ciao, ciao, ciao, caio, caio, caio, caio, cioa, cioa, cioa, cioa.
Vabbé, lasciatemi perdere. Il mio problema è che sono iperattiva perché ho una voglia matta di uscire, ma è sempre così: quando si vuole uscire non c'è nessuno che viene con te e quando non si vuole ti ritrovi trenta chiamate perse e cinquanta messaggi ç___ç A dire il vero oggi potrei uscire e andare ad ascoltare un mio amico che suona, ma sta troppo lontano e io non so come arrivarci! D:

Comunque sia, scrivo questo post perché ho ricevuto un premio da Butterflyeffect del blog Butterfliesandhurricanes ^^
1) Bisogna rispondere alle 11 domande che mi ha posto Butterflyeffect 
2) Premiare 11 blog con meno di 200 follower (è discriminazione questa?)
3) Porre loro 11 domande
4) Informare i blogger
(Chi ha creato questo premio non era mica tanto normale, o forse era nato l'undici, non voglio immaginarmi uno nato il 31!)

1) Scegli un personaggio del libro che stai leggendo che prenderesti volentieri a padellate in testa. (richiesta interessante).
Però devo ammettere che non sto leggendo un libro... cioè sì, ne starei leggendo uno che è Illusions, ma, non sono particolarmente attratta dalla lettura in questi ultimi tempi...

2) Quale libro ti ricorda di più la tua vita?
La mia vita? Non leggo libri così pacchiani! No, a parte gli scherzi, non saprei, la mia vita è la vita di un'adolescente normalissima e io leggo fantasy...

3) Se potessi scegliere, di quale libro dirigeresti la trasposizione cinematografica?
Direi Fablehaven di Brandon Mull, sicuramente riuscirebbe bene, anche se resto dell'idea che il film non sia mai all'altezza del libro

4) Copertina rigida o brossura?
Un anno fa, avrei scelto copertina rigida, ora sicuramente brossura: è più comodo, più malleabile, ci si può mettere la matita in mezzo e più facile da portare sempre con sé!

5) Se c'è, Qual è la tua casa editrice preferita?
Well, quella che pubblicherà il mio primo libro, lo diventerà senz'altro!

6) Libreria preferita?
Io amo la Feltrinelli, ma anche la Mondadori e anche la Giunti (ok, sono le uniche tre in cui sia mai entrata, ci sono sempre quelle!)

7) Cosa ti spinge a comprare un libro?
La copertina, il titolo e il fatto che sia di carta (tendo a non leggere mai la trama, tanto i libri sono libri e io sono pronta a sperimentare qualsiasi cosa!)

8) Interrompi spesso i libri a metà?
No... ne ho interrotti tre in tutta la mia vita che poi ho ripreso. Solo uno non sono mai riuscita a leggerlo tutto: Paranormalmente (non sopporto quel libro D:)

9) Riesci a leggere più libri in contemporanea?
Volendo, ci riuscirei, ma non voglio, mi piace concentrarmi su un'unica storia per volta :)

10) Se avessi la possibilità di vivere in un libro, quale sceglieresti?
I libri si cambiano proprio per questo, per vivere in diversi mondi. Vivo in un mondo diverso ogni volta che leggo un nuovo libro ;D

11) Che tipo di cover attira la tua attenzione?
A dire il vero non saprei... credo quelle delicate e dolci e in contrapposizione quelle molto crude e forti!

Gli undici blog che taggo u_u
1) Alic is here!
2) Di sangue e di fuoco
3) You stole my heart
4) Pensieri in viaggio
5) Vola Solo Chi Osa Farlo
6) Where is my mind?
7) I pensieri di Sally
8) Un po' nerd un po' rockstar
9) My crazy life
10) Te lo dice Patalice
11) My life

Le mie undici domande sono:
1) Hai piercing? Se no, ne vorresti uno? Dove?
2) Hai tatuaggi? Se no, ne vorresti uno? Dove? Come? (la mia fantasia)
3) Ti sei mai tinta i capelli?
4) Il tuo genere di musica?
5) La tua canzone preferita?
6) Il tuo genere di film e attori preferiti?
7) Il tuo genere di libri?
8) Il lavoro dei vostri sogni? E se lavorate... è il lavoro dei vostri sogni? (LOL)
9) Racconta del rapporto con i tuoi amici (in breve, non nel caso di Alic, in quel caso sarà una lunga risposta, ma io lo dico comunque xD)
10) La città in cui ti piacerebbe vivere? Perché?
11) Cosa ti piace davvero molto di te? E non dite niente!

E' finita? Sì, mai ci fu un tag più lungo, grazie a tutti ladies and gentlemen e buonanotte!

Il mio più grande desiderio...

Sum 41 - Best Of Me

Non ho tanti desideri nella mia vita. Né tante speranze. Più che altro ci sono cose che voglio fare e che farò. Però un desiderio c'è, il più forte tra tutti.
Sono certa che sia un desiderio con la D maiuscola perché, beh, realizzarlo non dipende da me poiché non ho alcuna possibilità di riuscire a manipolare le emozioni degli altri.
Sì, il mio più grande desiderio ha a che fare con i miei libri. Mi chiedo cosa non abbia a che fare con ciò che scrivo nella mia vita. Ascolto un certo tipo di musica perché mi fa scrivere meglio e amo certe cose perché le ho lette nei libri.
Comunque, tutto quello che desidero è scrivere (e questo lo posso fare), ma non semplicemente scrivere: dare degli insegnamenti con la mia scrittura. Vorrei che, leggendo i miei libri, le persone capiscano che non si devono deprimere, che non si devono lasciare andare. Vorrei che, leggendo le avventure di un mio protagonista, una persona con dei problemi, trovi la risposta ad essi e la forza di risolverli. Sì, insomma, il mio più grande sogno è quello di aiutare gli altri... lo definirei pressoché banale se non fosse: aiutarli a mio modo.
Sapete, quando si tratta di consolare la gente, io sono una vera disdetta: la maggior parte delle volte la faccio stare peggio. Dico loro che hanno abbastanza forza per non abbattersi e mi arrabbio immensamente perché non comprendono quanto in realtà siano fortunati. Quando scrivo è diverso. Ovviamente non sono una lagna; come nella vita reale, sprono i miei personaggi a dare tutto e li punisco se non lo fanno, solo che lo faccio meglio, con la dolcezza che riesco solo a... scrivere.
E quindi sì, desidererei tantissimo che i miei libri infondessero la vita nelle persone tristi, così da far loro tenére bene a mente che non sono le uniche in brutte situazioni, ma che solo grazie a loro stesse potranno tirarcisi fuori. Perciò no, non voglio avere tanti soldi e bella vita, non voglio ricevere premi, non m'interessa affatto: quei premi non mi seguiranno nella tomba, rimarranno a chicchessia, però le mie idee vivranno ancora. Potrebbero anche vivere per sempre, come i miei libri, loro resteranno. Non sono sicura di essere abbastanza brava a scrivere per raggiungere questo mio obiettivo, ma ci proverò e spererò affinché le mie pagine vengano tramandate e diano la gioia che solo avere il coraggio di vivere può donare.

Le persone sono.

Carmen - Lana Del Rey

Le persone sono meravigliose. Tutte così diverse e così uniche. Non capisco perché alcune abbiano la mania di voler essere chi in realtà non sono.
Perché hanno paura di dire cosa pensano? Cosa vogliono?
Io amo le persone, loro credono in cose come l'amicizia e l'amore, si sciolgono davanti alla tenerezza, loro spasimano per la libertà, ma alcune amano la quotidianità.
Le persone amano il mare, nuotano, le persone lo detestano e vanno in montagna. Le persone smaniano di vedere le più grandi città del mondo. Le persone sanno prendersi gioco di loro stesse e degli altri. Ci sono ragazze che sognano di essere principesse e altre che sono combattenti; ci sono ragazzi che sognano di calciare un pallone e altri ancora che amano la chimica.
Le persone ascoltano musica e ognuno ha un certo tipo di musica che le contraddistingue. Le persone vogliono il grunge, l'hip-hop, il rock, il pop, il country, il rap. Le persone provano emozioni, sanno ridere a crepapelle e arrossire violentemente. Le persone possono essere deboli e forti, le persone fumano e ridono. Alcune persone sono semplicissime, ma dentro di loro nascondono mondi inesplorati e altre si racchiudono dietro una maschera di trucco o di finzione e dentro di loro non hanno niente. Amo le persone, la loro voglia di vedere cose impossibili e di rimanere per sempre in un luogo. La loro finta felicità e la loro vera tristezza. Hanno imparato a scrivere e a parlare, hanno imparato a correre, hanno imparato come utilizzare il loro cuore. Dentro le persone ci sono due meccanismi incredibilmente complessi: il cuore e il cervello, per fortuna loro non sanno come sfruttarli a pieno. Le persone amano la bellezza e poi dicono che non è importante, sono capaci di mentire a se stesse e dare la colpa a qualcun altro. Le persone si scrivono cose sul corpo e se lo bucano, si tingono di tutti i colori. Le persone sono in grado di distruggere tutto ciò che hanno costruito per una vita in un secondo.
Alcune persone non sanno riconoscere l'amore. Sono crudeli. Le persone rimpiangono e poi sperano. Le persone sono pericolose. Io amo il pericolo. Io amo le persone.

The past doesn't really exist.

Paramore - Decode 

Oggi mi è arrivato un messaggio. Anzi, rettifico, due, in questo istante. Non posso dire che mi siano piaciuti. Anzi li ho odiati. Vi hanno mai invitato ad una rimpatriata dei compagni delle elementari? Ecco a me è appena successo. Io ho detestato le elementari. A dire il vero io ho sempre detestato la scuola da quando ci sono andata per la prima volta fino alla fine della terza media.
Che bello, non lo potete nemmeno immaginare, che è stato passare al liceo, da quel momento ho adorato la scuola. Sia le medie sia le elementari infatti sono state caratterizzate da odiose compagne a cui non andavo a genio e che mi
And I'm proud to be myself. Whatever what they said.
dicevano che non andavo bene perché ero troppo magra, troppo bianca, troppo brutta, ecc...
Ora lo dico tranquillamente, ma ai tempi andati, ho davvero sofferto tanto. Diciamo che gli unici con cui andavo d'accordo erano i miei compagni maschi. Non so esattamente cosa facesse in modo che le ragazze mi detestassero talmente, ma succedeva. Magari era colpa mia, magari mi sceglievo male le amiche, non ne ho idea, so solo che adesso non voglio più vedere nessuna di loro. Capita a volte che le incontri per strada, le guardo camminare e penso a come possano essere adesso. Se sono cambiate, che musica ascoltano, se sono ancora quelle ragazzette impertinenti che avrei tanto voluto strangolare.
Poi, dopo aver immaginato come debbano essere cambiate, penso a come sia cambiata io. Penso alla musica che ascolto, ai vestiti che indosso, al fatto che ho scoperto cosa amo davvero.
Penso che ci sono cose che mi fanno battere il cuore solo a vederle, che nonostante tutti i casini che combini, c'è ancora gente disposta a darmi la sua fedeltà, la sua amicizia.
Credo che se non avessi sofferto così tanto in passato, adesso non sarei questa An (perché ormai vi piace chiamarmi così!), non combatterei per quello che amo. Probabilmente sarei ancora quella timidissima bambina che diventava tutta rossa se qualcuno le rivolgeva lo sguardo. E mi trovo a ringraziare anche chi mi ha fatta pentire di non
sapere dare un calcio da karateka. Comunque sia non ci andrò, non ne ho alcuna intenzione né voglia. Io sono andata avanti, sono nel futuro che adesso è il presente, non ho alcun bisogno di ricordare ancora.
Ma, e questo lo giuro solennemente, se mai si facesse una rimpatriata del liceo, della classe vecchia come della classe nuova come di quella che avrò l'anno prossimo (sì, verrò di nuovo smistata!), io ci andrò, senza esitare perché io amo questo periodo della mia vita e alcune volte bisogna anche essere egoisti e ricordare solo ciò che ci fa stare davvero BENE come VOI, come SCRIVERE, come le persone che MI STANNO ACCANTO OGGI!

Addio. Ad un nuovo inizio.

Skyscraper - Demetria Lovato

Ho appena ricevuto una brutta notizia. Una delle notizie peggiori della mia vita. Sì, penserete di sicuro che io stia esagerando quando dirò di cosa si tratta, ma mi ha davvero sconvolta.
Ricordo la prima legge di Murphy: Se qualcosa può andare storto, di sicuro lo farà. 
Il mio libro è andato perduto e ora sto piangendo come una bambina. Se n'è andato per sempre e con lui tutta la sua storia. Una storia che amavo e sulla quale avevo fondato dei sogni.
Ero fiera di quel libro, quel libro doveva essere bellissimo, ma in fondo, chi sono io per giudicare. Nessuno l'aveva letto, però, io lo amavo e lo amo ancora.
Quindi 'fanculo, il mio prossimo libro sarà più bello, sarà meraviglioso per tutti loro, per tutti i personaggi di una storia che nessuno leggerà mai, ma che sono esistiti!
Per Kaitlin, Danielle, Estelle, George, Ernest, Freddy, Gaston, i signori Matisse, Marine, Brigitte, Nathan, Félix, Camille, la Lacroix, la Vidal, il signor Roux, Madame Schluffe, per tutti loro.
Addio amici miei.
Ora però basta, rimbocchiamoci le maniche, rimettiamoci il sorriso e non dimentichiamo mai ciò che il passato ci ha lasciato!

Scegliamo noi se essere felici o no. Senza eccezioni.

Questo Piccolo Grande Amore - Claudio Baglioni

Questi stanno diventando dei giorni veramente strani. Ma più strani del solito. Esco tanto, ma mi sembra di non farlo. Vivo in una specie di mondo tutto mio e niente mi sembra reale. Però mi sento bene, davvero bene finalmente. Prima che mi costruissi una specie di mondo d'incanti, stavo davvero da schifo, mi sentivo depressa e sempre agitata. Mi sentivo così perché non ho il mio computer da un bel po' di tempo perché si è fuso e perché non so nemmeno se la storia che contiene sia andata persa o no. E allora non potevo continuare a scriverla e non potevo scriverne un'altra perché mi sembrava di tradirla. E le piccole storielle che scrivevo non mi saziavano. Avevo fame di scrivere e stavo impazzendo. Ieri, sempre nel mio mondo d'incanti mi è venuta un'idea meravigliosa per una storia incredibile e ho iniziato a scriverla nonostante tutto.
Non so se voi abbiate presente cosa si provi dopo essersi fatti una canna, io dal canto mio l'ho solo visto in televisione, ma giuro che dovrebbe essere molto simile a quel senso di pace che sentivo ieri dopo aver scritto due pagine a mano di un libro stupendo. Avevo le guance arrossate e il cuore che batteva a mille. Adesso sto vivendo a metà. Sto con gli altri, ma non mi sembra di starci e allo stesso tempo vivo in questo mio libro. E' davvero bello e ne sono fiera, ho riscoperto tante cose. La semplicità, non mi trucco perché mi sembra tempo buttato e non sto praticamente mai al computer, mi vesto normalissima, con jeans, maglietta e all star. Ho riscoperto quanto è bello scrivere a mano e sentire il dolore, ma non poterti fermare perché i pensieri frullano e tu devi continuare. Ho riscoperto cosa significa scrivere all'aria aperta e vivere in una delle mie storie.  Non mi serve altro che scrivere e stare fuori.
Sono davvero felice e dovevo dirvelo...