Lo imprimerò sulla mia pelle

Dream - Imagine Dragons

Sono immersa nello studio fino alle costole e mi piace, stranamente.
Mi sono un po' alienata a dire il vero, ma è come se vivessi in una specie di mondo parallelo. Solo io, i miei compagni e l'esame.
Tutto il mondo sta vivendo questo momento.
E poi, tutto questo, mi esula dai pensieri.
Dai pensieri che non mi lasciavano dormire la notte.
So che mi dovrò svegliare, so che dovrò dire, so che dovrò scrivere e lo farò, alla fine.
E' stata una piccola cosa, un piccolo mattoncino caduto e io sono crollata; come se, alla caduta di un capello, una persona dovesse sgretolarsi.
E' stata una piccola e grande cosa. Un dolore che può sembrare di poca importanza, ma che vissuto adesso è grandissimo. Un po' come sempre. Gli adolescenti prendono in giro le sofferenze dei bambini, gli adulti quelle degli adolescenti, i vecchi quelle degli adulti e i saggi, quelli anziani, ma che sono rimasti bambini capiscono che ogni sofferenza è la medicina più amara di tutte nel momento in cui viene vissuta.
Il tempo lenirà le ferite. L'acqua livellerà le cicatrici. Tutto tornerà normale.
Sperando che qualcosa del passato, alla fine, torni.
Ma per ora il presente è ancora quello che mi mantiene incollata, anche se malamente.

Ora, ora, ora... Amo il presente.
Adesso è tutto ciò che conta e lo sto assorbendo per poi, in futuro, avere sempre una casa dove tornare.

Commenti

  1. Non sottovalutare la sofferenza, poco importa se gli altri non la capiscono quanto te. Ti auguro di superare alla grande questo momento, di studio e non :)

    RispondiElimina
  2. Scrivere ha salvato spesso anche me :) e... complimenti, ti riesce molto bene! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, ma riesce bene a molti, l'importante è che salvi, solo questo

      Elimina
  3. Bellissime parole *^*
    Penso anche io che sia proprio così, con il tempo forse è vero le cose si dimenticano però nel presente non sono mai facili da affrontare...

    Ti auguro di riuscire a viverli bene questi esami :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Oh, lo spero anch'io, ma vada come vada :')

      Elimina
  4. Ciao Anto<3
    Il tempo,prima o poi,metterà fine ad ogni tristezza...ma involontariamente,spesso rimpiangiamo il dolore passato,perchè vogliamo rivivere qualcosa che abbiamo perduto e che fatichiamo a dimenticare.

    P.sDream è una delle mie canzoni preferite**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me i dolori passati, poi diventano qualcosa d'importante che costituisce un rifugio e ci aiuta a vivere le sofferenze future :)
      PS. Ah, la adoro *^*

      Elimina
    2. Sicuramente :)
      Mi sono scordata di farti i migliori auguri per questi esami.In bocca al lupo,cara <3

      Elimina
  5. Quanto amo i tuoi post *^*
    Comunque , buona fortuna per gli esami !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per entrambe le cose *^* <3

      Elimina
  6. Il dolore purtroppo fa parte della vita, non serve a nulla reprimerlo, bisogna viverlo perché anche da lì potremmo trarne degli insegnamenti preziosi. Capita spesso anche a me e lo vivo semplicemente aspettando che passi o si attenui.
    IN bocca al lupo per gli esami e spero che questo brutto momento passi.
    A presto .. Dream Teller

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che non serve reprimerlo, anzi, molto spesso è anche utilissimo per portare avanti qualcosa di bellissimo, ma ora... ora non c'è proprio tempo e per adesso, ancora per poco, non ce n'è motivo :)
      crepi ;D

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

We accept the love we think we deserve

Mani fredde, cuore caldo

Il mio libro non uscirà