Ricorda che sei un diavolo in paradiso e un angelo all'inferno

Someone Saved My Life Tonight - Elton John 

Ricordati che se qualcosa ti fa male, ti porta grandi cose.
Ricordati che i dolori sordi allo stomaco sono le aspettative di qualcosa di bellissimo, sono il timore che i tuoi sogni siano tutte illusioni. Sono la dimostrazione che sei in grado di sognare. Ricordati che i dolori sordi allo stomaco e l'agitazione nel petto sono segno che sei vivo.
Ricorda che i groppi in gola delle parole non dette man mano si ammassano tutti sulla cassa toracica, e premono.
Ricordati che sbagliare è umano e perseverare è sempre umano. Ricordati che siamo tutti peccatori senza redenzione.
Ricorda che non esiste destino e che camminare su una strada mentre la si sta costruendo non è facile. Quindi, se mai ti sentissi perduto, sappi che ci sono milioni di persone che si sentono allo stesso modo. Me compresa.
Ricorda che non esistono solo due vie. Non esiste solo sparare o essere uccisi. Non esiste solo buono o cattivo. Puoi mettere i fiori nella tua pistola.
Ricorda che non potrai mai essere completamente in pezzi, né completamente sano.
Quando ti starai rompendo, ricordati che puoi ripararti. Traballerai per il resto della vita, ma starai in piedi.
Oh, puoi mettere una garza alle tue ferite.
E se mai le lacrime ti premeranno gli occhi, ricordati che non sono avvelenate.
E se mai qualcuno trasformerà il tuo cuore in ghiaccio e poi gli darà un leggero colpetto, frantumandolo, ricorda che puoi urlare di dolore.
Perché sei umano.
Ricordati che il dolore esiste, ed è magnifico, e c'è sempre una terza strada, e sei umano; e non hai bisogno di altro che del tuo essere così imperfettamente umano.
Umano, fortemente umano.

Commenti

  1. Parole giustissime, senza il dolore non saremo chi siamo.
    Quello che hai scritto è una vera perla di saggezza e la frase" Ricordati che i dolori sordi allo stomaco e l'agitazione nel petto sono segno che sei vivo." è quella che più mi è rimasta impressa.
    Se non provassimo mai dolore, non sapremmo mai che gusto ha la felicità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie *^* Sì, alla fine il succo è quello: senza il giorno non ci gusteremmo mai la notte e viceversa. Secondo me pensarla così aiuta tantissimo :)

      Elimina
  2. Vero, l'umanità è tutto questo.
    E' che a volte fa paura, ma sono passaggi obbligati.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passaggi obbligati da cui poi esci meglio di prima :D

      Elimina
  3. Io non credo che la sofferenza sia necessariamente un segno di vitalità, a volte può essere veramente molto forte da stroncarti. Certo finché c'è vita c'è speranza e questo consente di invertire una rotta. Però è vero che c'è tanta umanità in questo post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che dici è vero, a volte il dolore è grandissimo ed è più di ogni gioia che ci si possa anche lontanamente immaginare, però un modo per uscirne si trova sempre, anche solo lo scorrere del tempo può alleviare. Non guarire, no, ma alleviare, così che si porti sempre con sé un po' del dolore che si è provato, ma che si riesca ad andare avanti e forse a trovare una gioia immensa.

      Elimina
  4. Great article:) great job!
    Would you like to follow each other? To help each other out? Let me know. :)

    LUCY DOES IT BETTER

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I don't know why this comment is here and not in the spam table...

      Elimina
  5. Queto post (e questo blog) capitano in un giorno estremamente doloroso per me. Grazie per le tue parole,
    Ti seguo molto volentieri,

    Connie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace per la tua giornata, credimi non sei l'unica ad aver passato una pessima giornata :/ spero comunque di averti aiutato in qualche modo :)
      Passo anch'io da te ^^

      Elimina
  6. Credo sia una dei post che hai scritto che mi piace di più. O perlomeno, uno di quelli in cui mi ricordo di quanto siamo simili.
    Grazie delle tue parole, An! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Alic, che sei sempre qui. Io credo che ci aiutiamo un po' a vicende con le nostre rispettive parole, perciò non potrebbe esserci di meglio :)

      Elimina
  7. Ho capito! Ma tu sei pronta a morire?
    Per quale CAUSA?
    La conosci la SENTENZA?
    La religione, che vuol dire RELIGERE (approfondire il TUTTO) è una gruccia che MAN-teneva la TUNICA di PELLE, e adESSO VESTO il MANTELLO.
    Sai cosa vuol dire il MANTELLO?
    Cara MIA bisACCIA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sentenza, conoscere, approfondire, sapere... ma in tutto questo dov'è finita la bellezza dell'oblio?
      E tu, sei pronto a morire, tu?

      Elimina
    2. E' il motivo per il quale mi sono incarnato per UNA DONNA, non per l'oblio, al massimo per un orgasmo, ma poi ho conosciuto l'ESTASI.

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

We accept the love we think we deserve

Il mio libro non uscirà

Mani fredde, cuore caldo